Ancona Judo


Vai ai contenuti

Menu principale:


Kata

Kata


Il kata, che letteralmente significa "forma", praticato seguendo un sistema formale di esercizi codificati e consiste nell'esecuzione cerimoniosa di esercizi predisposti, comprendenti tecniche di proiezione, di lotta corpo a corpo, d'attacco dei punti vitali, di tecniche con armi come il pugnale o la spada, secondo un ordine stabilito, per cui ogni combattente sa esattamente quello che far l'avversario.

Questi sono gli otto kata riconosciuti ed adottati dal Kodokan di Tokyo:

NAGE-NO-KATA ( Forma della proiezione)
Tre tecniche rappresentative sono state scelte da ognuno dei cinque gruppi del Nage Waza.

KATAME-NO-KATA (Forma delle prese)
Cinque tecniche rappresentative sono state scelte da ognuno dei tre gruppi del Katame Waza.

KIME-NO-KATA (Forma della decisione)
Questo Kata insegna le migliori tecniche in un combattimento reale. E' composto da tecniche in ginocchio e in piedi.

JU-NO-KATA (Forma della gentilezza)
Le tecniche di attacco e difesa sono portate in maniera molto gentile e con movimenti espressivi.

KODOKAN GOSHIN-JUTSU (Forma dell'auto-difesa)
Tecniche moderne di auto-difesa che comprende tecniche a mani nude o armati.

ITSUTSU-NO-KATA (Le cinque forme)
Questo kata incompleto anche se avrebbe dovuto essere incluso nel "Grande Sistema del Judo" del Prof. Kano.

KOSHIKI-NO-KATA (Le forme antiche)
Il Prof. Kano ha rivisto e adottato queste forme per dimostrare la sostanza del Judo.

SEIRYOKU-ZENYO-KOKUMIN-TAIIKU-NO-KATA (Forme per l'educazione fisica con la massima efficienza)
Questa la forma dell'Educazione Fisica Nazionale.


Fonte "Kodokan Judo Institute"


Torna ai contenuti | Torna al menu